Assestamento: Iacop (Pd), giunta incapace di gestire arene covid free

Iacop Consiglio COVID-19_2

29 luglio 2020. «Di fronte a una stagione estiva ormai al suo apice, la Giunta dimostra di essere totalmente incapace di dare attuazione alla legge da noi promossa e votata all’unanimità dal Consiglio regionale, per realizzare le arene covid free. Quindi sceglie di scipparla all’Aula, svuotarla totalmente delle sue risorse, abdicando la gestione a PromoturismoFvg e sgravandosi quindi da ogni responsabilità». Leggi tutto

Enti locali: Iacop (Pd), ritorno Province è una bufala a danno dei Comuni

Iacop Consiglio COVID-19_8

1 luglio 2020. «La riforma degli enti locali e l’annunciato ritorno delle Province sono solo una grande presa in giro. Non si riaffaccia proprio nulla, anzi, la Giunta Fedriga vende una bufala colossale ai danni degli amministratori locali, con il personale degli enti locali che torna nell’organigramma regionale e con le funzioni di livello locale che verranno dunque esercitate dalla Regione, attraverso i nuovi Edr che portano dunque dentro di sé edilizia scolastica e un domani la viabilità sovra comunale». Leggi tutto

Fvg-Eu: Iacop-Russo (Pd), con unità e contributo Regioni, Eu può essere più vicina ai territori

Iacop Consiglio COVID-19_2

15 giugno 2020. «L’esempio di lavoro comune e gli esperimenti di partecipazione che ci offre la comunità europea, soprattutto a seguito dell’esperienza Coronavirus, possono essere il punto di partenza per passare da un’istituzione che qualcuno accusa spesso di essere tecnocratica e burocratica, a un’istituzione che grazie a Regioni ed enti locali può essere più sensibile e attenta ai territori». Leggi tutto

Enti locali: Iacop (Pd), Riforma è un imbroglio, parlano di Province, ma arrivano 4 nuovi enti regionali

Iacop Consiglio COVID-19

15 giugno 2020. «Di tutta la presunta e annunciata riforma degli enti locali, arrivati ai fatti non si fa altro che chiudere le esperienze di collaborazione dei Comuni e ipotizzare la riedizione di nuove Province che in realtà non sono altro che quattro enti regionali. Un imbroglio ai danni degli amministratori locali, con il personale dei Comuni che torna nell’organigramma regionale e con le funzioni di livello comunale che verranno dunque esercitate dalla Regione». Leggi tutto