Turismo: Iacop (Pd), non c’è alcun trionfo, abbandonate anche città d’arte

«Attendiamo le risposte in Commissione e atti concreti per scongiurare il baratro in inverno»

TRIESTE 09.09.20 «La narrazione trionfalistica sull’andamento della stagione turistica fatta da Bini è fittizia e smentita dai fatti: oltre a improbabili dati che non tengono nemmeno conto della situazione complessiva, ci sono intere fasce di territorio abbandonate, a partire dalle città a vocazione artistica, in contrazione durante questi mesi estivi e con prospettive affatto positive per il prossimo autunno e inverno». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Franco Iacop commentando la situazione del comparto turistico regionale.

«Quello dell’assessore al Turismo, Bini, è un entusiasmo fuori scala che dimostra uno scollamento dal reale andamento stagionale e dalle profonde criticità che investono il comparto. Se una serie di eventi sono stati fatti e alcune cose hanno funzionato, è solo grazie all’impegno e al sacrificio di tanti operatori e realtà locali, fra i quali dobbiamo annoverare categorie estremamente penalizzate da questa crisi come le agenzie turistiche e gli operatori dei spettacoli dal vivo, tanto per dare due esempi eclatanti».

Inoltre, aggiunge Iacop, «ribadiamo che il turismo del Fvg è senza guida, abbandonato a se stesso. I dati forniti recentemente dall’assessore Bini sulla crescita a doppia cifra del comparto turistico montano sono dichiarazioni che, per essere corrette, dovrebbero essere rapportate all’andamento complessivo della stagione colpita profondamente dalla crisi epidemiologica. Non si analizzano probabilmente per comodità le altre criticità che investono il comparto turismo, come quello delle città in generale e delle città d’arte in particolare, che segnano contrazioni estremamente significative che superano il cinquanta per cento e con prospettive per l’autunno inverno ancora peggiori. Aspettiamo che le risposte attese arrivino in occasione dell’audizione in commissione del direttore generale di PromoturismoFvg, Gomiero. Ci auguriamo che il grande entusiasmo dei vertici regionali del turismo si rifletta realmente in dati oggettivi e soprattutto nella soddisfazione degli operatori e del territorio. Ora attendiamo un monitoraggio completo della situazione e provvedimenti conseguenti concreti per dare sostegno a tutte le criticità territoriali che sono in profonda crisi e che hanno prospettive estremamente negative per il prossimo autunno inverno».

Share

Commenti

comments

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati